Purtroppo il coronavirus non risparmia nemmeno i corrieri ed è diventato praticamente impossibile effettuare spedizioni quindi ci troviamo a chiudere anche il negozio online insieme al negozio fisico. Mi dispiace molto.
Andrà tutto bene! Grazie a tutti!
Claudio Rubcich
entra nel sito >>
BiblioTèq

Rooibos, il quasi tè rosso africano - Lavorazione

Indice articoli

COLTIVAZIONE E LAVORAZIONE
Delle tre varietà di Aspalathus Linearis ne viene coltivato per l’utilizzo come tisana uno solo, il rosso detto anche delle zone rocciose, originario della zona del passo Pakhuis, è un arbusto che arriva a 2 metri di altezza dal portamento eretto formato da un unico fusto dal quale, poco sopra il terreno, si aprono i rami sottili; le foglie sono aghiformi, di un verde brillante e lunghe da 1 a 4 centimetri. E’ una pianta che ha un bassissimo bisogno di fertilizzanti essendo azoto-fissatrice (proprio per questo migliora il terreno dove cresce) ed in più tollera anche condizioni di terreno molto acido.
A primavera inizia a produrre dei fiorellini gialli dai quali si sviluppa un baccello con un solo seme.
La raccolta avviene durante il nostro inverno, ossia fra dicembre e aprile, le piante vengono tagliate a circa 30cm da terra, poi rametti e foglie vengono triturati e nella variante rooibos verde (non fermentata) fatti essiccare in una stufa, mentre nel più classico rooibos rosso (fermentato) bagnate e lasciate fermentare completamente fino ad assumere il tipico color rosso ruggine, dopodichè viene essiccato.


Questo sito utilizza cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nell'informativa sull'uso dei cookie.