Come conservare il tè?

 Apro un tema al quale tengo molto, sia da professionista sia da consumatore:

La conservazione del tè.

Ahimè la legge non ci aiuta minimamente, quelle che sono le date di scadenza non hanno molto valore: si può bere un tè anche dopo 10 anni, non diventa tossico ma, purtroppo, non avrà alcun sapore.

In effetti ho notato che già dopo un mese si riescono ad avvertire dei cambiamenti notevoli e dopo 2 mesi la qualità dei profumi è addirittura dimezzata. Certamente molto dipende da come si tiene il tè una volta comprato.

Provo a darvi delle indicazioni (ovviamente sono sperimentazioni personali quindi aspetto ulteriori consigli da voi).
Innanzi tutto, lo già detto ma lo ripeterò all'infinito, comprate pochissimo tè per volta, prendere più di 100 grammi per tipo significa avere in casa almeno mezzo chilo di foglie poiché nessuno di noi appassionati ne ha meno di 5 o 6 tipi a casa!

Ricordate che bastano circa tre grammi per una tazza (10g/lt) e che diverse tipologie di tè permettono di fare almeno la seconda infusione. Il conto è

 

presto fatto: 100grammi sono poco più di trenta tazze e se ci sono le seconde infusioni... con mezzo chilo si arriva a più di 150 tazze... ne bevete così tanto?
Io consiglio i 10 grammi per il tè che usate tutti i giorni, 50 grammi per i tè che preparate ogni tanto e 20g per i tè costosi, questi ultimi molto probabilmente non li bevete ogni giorno e allora perché buttare i soldi lasciandoli invecchiare nella dispensa?
Personalmente sconsiglio i tè già confezionati in scatola; è vero che ce ne sono alcuni molto buoni ma il problema è che non è possibile controllarne la qualità fino all'apertura del pacchetto; purtroppo capita spesso di vedere davanti ai supermercati i pallet posteggiati al sole con scatoloni di tè, di acqua minerale etc....e in queste condizioni anche la scatola migliore non sopravvive a lungo.


Comunque ora ci siamo comprati il nostro tè, arriviamo a casa e... dove lo mettiamo? Qualcuno lo infila in frigo, qualcuno nella dispensa insieme alle spezie, qualcuno lo mette nei barattoli di vetro che fanno tanto colore in cucina, qualcuno lo tiene nella bustina nella credenza dentro una scatolona di latta assieme agli altri pacchetti di foglioline...

Qualche consiglio:

Il tè deve essere tenuto lontano dagli odori in quanto le foglie tendono ad assorbire tutto ciò che le circonda, basta che la bustina o il barattolo non siano chiusi perfettamente che vi ritrovate con un tè al curry o all'aglio!

Lontano dall'umidità, rovina le foglie in maniera indecente

Poi niente frigorifero, questo va bene solo per il tè d'ombra, tè delicatissimi è che è sempre meglio consumare in poco tempo altrimenti molti aromi scompaiono.

Attenti anche al vetro, la luce farà invecchiare in maniera estremamente rapida le foglie  (ve ne  potete accorgere in quanto il colore delle foglie  virerà al rosso.

A mio avviso le piccole quantità posso essere conservate nelle buste che vi danno i negozi (ops, è vero che ci sono buste e buste, mai quelle trasparenti, tanto belle ma che vi obbligano all'acquisto di una scatola, no a quelle di semplice carta, si invece a quelle fatte apposta per il tè, facilissime da riconoscere, hanno l'interno in carta per alimenti, poi uno strato di stagnola e poi uno strato di cellophane, di solito tendono ad avere colori metallizzati, ottime anche quelle con la chiusura ermetica.), oppure in scatole di latta a banda stagnata ermetiche, se ne trovano tante in giro.

Di queste ne esistono di vari materiali, le più comuni e buone sono di latta e vanno bene un pò per tutti i tè ( se cambiate aroma ricordatevi di pulirle con un batuffolo di cotone appena bagnato da alcol per liquori e poi fate asciugare bene), buone anche quelle in cartone, se la chiusura è a tenuta d'aria e se ci si conserva sempre lo stesso tè, dopo un pò ne assorbiranno il profumo e faranno "effetto teiera di terracotta".

Il vetro va bene solo se scuro mentre sempre pessima la plastica.
In cucina dovete comunque conservarle lontano dagli odori, dalla luce, dal calore, dall'umido.
Io mi son divertito a fare prove con lo stesso tè conservato in contenitori diversi e vi assicuro che i risultanti sono stati estremamente differenti...

Ma capita di avere una notevole quantità di tè, magari perché si è andati in Cina o in qualche altro posto oppure siete molto lontani dal vostro negozio preferito, in questo caso cercate di utilizzare piccoli sacchetti da mettere sottovuoto o anche solo da sigillare, lì si conserverà al meglio.


Questo sito utilizza cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nell'informativa sull'uso dei cookie.