Africa

Il tè in Africa è stato portato dagli inglesi alla ricerca sia di nuove zone di produzione che di nuovi mercati.

Il kenia era un ottimo territorio per la produzione di quantità, stagioni stabili e la giusta acqua.
Negli ultimi anni la quantità di tè prodotta in Kenia ha superato quella dell'Assam (India) ed è diventato il maggior produttore di tè al mondo, purtroppo di bassa qualità.
Nonostante ciò esisto alcuni giardini (in massima parte situtati sul Kilimangiaro) che danno un raccolto molto interessante, composto da foglie intere e non broken o fannig (il tè delle bustine per intenderci).
Sono sempre tè di corpo e con una connotazione selvatica molto intrigante, ottimi anche per accompagnare il cibo salato o macchiati con il latte.
Il Rwanda invece produceva ottimi tè d'alta quota, qualcuno li definiva i Darjeeelin africani, purtroppo la guerra civile ha massacrato l'economia e solo da pochi anni si stanno riaffacciando sul mercato con buoni prodotti.


Kenia Milima TGFOP

Tè nero - Ci sono tè nei quali si percepisce bene il territorio dove sono prodotti, così è per questo Kenia del giardino di Milima. Forte e selvatico senza compromessi!

A partire da: 3,10 €
Prezzo standarizzato:

Ruanda Rukeri OP1 Biologico

Tè nero - Il Ruanda sta tornando a fare buoni tè grazie alla proprietà di Rukeri. Questoè un  tè abbastanza strutturato e molto profumato, ottimo per la mattina ma anche per tutti gli altri momenti della giornata.

A partire da: 2,70 €
Prezzo standarizzato:

Questo sito utilizza cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nell'informativa sull'uso dei cookie.